L'augurio della Madre Maria Giuseppina...e del Consiglio

"Non è qui, è risuscitato" La luce irrompe e le tenebre indietreggiano. L'Amore ha vinto e la morte è ingoiata. La Via si è aperta e il Mistero si squarcia.

Auguri pasquali di Madre Maria Giuseppina

“Non è qui, è risuscitato” (Lc 24,6)
La Luce irrompe e le tenebre indietreggiano;

L’Amore ha vinto e la morte è ingoiata;
La Via si è aperta e il Mistero si squarcia.

È Risorto e cammina con noi, non siamo soli, possiamo sperare; è con noi e noi con Lui!

Si rafforza la fede, cresce la speranza, dilaga la carità!
Signore risorto, rendici canali del tuo mistero!

Trasformate nel nostro essere “perché abbiamo creduto all’amore di Dio per noi”,(1 Gv. 4,16) ci riconosciamo Discepole e riceviamo occhi nuovi per uno sguardo pieno di speranza per superare il ristretto orizzonte del nostro “io” verso l’ampiezza della comunione.
Il Maestro Eucaristico ci permette di scoprire quanto Dio ama questo mondo e lo orienta incessantemente verso di Sé.
Questo porta noi Discepole ad impegnarci a vivere in modo ancora più intenso il comandamento dell’amore. (Gv 13,35)
Invochiamo dal Signore la grazia di non esitare quando lo Spirito esige un passo avanti e chiediamo il coraggio apostolico di comunicare il Vangelo agli altri, accogliendo le sorprese del Signore. (Dal capitolo “La vita nello Spirito” bozze nuove costituzioni)

Così Ci auguriamo di vivere la vita di Discepole che hanno incontrato il Risorto e da Lui ogni giorno ricevono occhi e cuore nuovi, per uno sguardo pieno di speranza e uno slancio rinnovato nella vita di comunione e di missione.